“Il 2011 sarà l’anno dell’iPad 2″ e per questo non arriverà l’iPhone 5? Analizziamo la situazione

Il 2 marzo 2011, sul palco dello Yerba Buena di San Francisco, Apple presentò per la prima volta con Steve Jobs l’iPad 2, seconda versione del tablet realizzato dall’azienda di Cupertino che seguì al primo modello di iPad lanciato meno di un anno prima. L’ex CEO di Apple inaugurò la conferenza dichiarando che il 2011 sarebbe stato l’anno dell’iPad 2. Molti utenti, specialmente adesso, visto il ritardo nel lancio dell’iPhone 5, hanno interpretato queste parole più o meno così: se il 2011 sarà l’anno dell’iPad 2 significa che non ci sarà alcun iPhone di quinta generazione; se ci sarà, sarà probabilmente un “4S”. Ma sarà realmente così? Analizziamo insieme la situazione.

“Il 2011 sarà l’anno dell’iPad 2″. Quando lo disse il buon Steve Jobs a marzo scorso probabilmente nessuno avrebbe immaginato che queste parole sarebbero riecheggiate nella mente degli appassionati Apple fino ad oggi. Eppure è stato così. Secondo tantissimi utenti, infatti, se Apple ha eletto l’iPad 2 come dispositivo del 2011, probabilmente vorrà dire che non ci sarà alcun iPhone 5 o quanto meno non si tratterà di un modello completamente nuovo. Perché? Perché se Apple presentasse un iPhone completamente innovativo, con caratteristiche decisamente superiori a quelle dei terminali della concorrenza, in tal caso le parole di Jobs potrebbero essere smentite e l’iPad 2 superato, carismaticamente e in termini di vendite, dal nuovo iPhone. Sarebbe ancora l’anno dell’iPad 2 in questo caso? Probabilmente no.

Questo ragionamento non fa una grinza effettivamente. Si tratta però di una considerazione piuttosto banale che, seppur risulti giusta fino ad un certo punto, non prende in considerazione alcuni aspetti.

Sempre nel corso della conferenza di presentazione dell’iPad 2, prima ancora che il nuovo dispositivo fosse svelato al pubblico, Steve Jobs elesse l’iPad di prima generazione come “il dispositivo del 2010″ e, per avvalorare la sua tesi, l’ex amministratore di Apple scelse di condividere con i presenti un video nel quale venivano mostrati i piccoli successi ottenuti, in meno di un anno, dal primo iPad. Tale video si intitola proprio “2010: The Year of the iPad” (“2010: l’anno dell’iPad”).

Come ricordato in precedenza, l’iPad di prima generazione fu presentato a gennaio del 2010, circa cinque mesi prima dell’iPhone 4 che fu invece introdotto durante l’annuale conferenza Apple dedicata agli sviluppatori che si tiene solitamente nel mese di giugno. Se il successo dell’iPad (primo modello) è stato notevole e – secondo Apple stessa – inaspettato, lo stesso non può dirsi per l’iPhone 4. Nonostante le immagini del nuovo dispositivo fossero circolate in rete alcune settimane prima della presentazione, l’iPhone di quarta generazione è stato lo smartphone Apple più venduto di sempre e sicuramente tra i dispositivi del 2010 ad essere andati più a ruba (basti pensare a quanto fosse difficile trovarne uno ad agosto o a settembre).

A questo punto viene da chiedersi: “come mai Apple definisce il 2010 come l’anno dell’iPad se l’iPhone 4, rilasciato nello stesso anno, ha avuto un successo tangibilmente maggiore?”. La risposta è molto semplice a nostro avviso. Apple ha saputo definire in pochi anni le regole di un mercato vincente, quello di iPhone, che è ormai in grado di generare vendite ed introiti in maniera esponenziale e senza rallentamenti. Per quanto riguarda l’iPad, invece, siamo davanti ad un prodotto relativamente ancora nuovo ed “acerbo” (così come l’intero mercato dei tablet) e per questo la scelta di Apple di eleggere l’iPad come dispositivo del 2010 e di puntare sull’iPad 2 come dispositivo del 2011 non è affatto casuale ma è invece mirata a “spingere” un prodotto per il quale non si è ancora creato un mercato autonomo.

Tornando alla domanda posta nel titolo, quali sarebbero i vantaggi per Apple nel non rilasciare un nuovo iPhone nel 2011? Probabilmente nessuno. La concorrenza è più agguerrita che mai e, nonostante l’iPhone 4 abbia ancora un numero di vendite impressionanti per un dispositivo lanciato più di un anno fa, nessuno può adagiarsi sugli allori. Neanche Apple.

Il 2011 sarà l’anno dell’iPad 2, ma questo vieta ad Apple di lanciare un iPhone completamente migliorato?

FONTE: iPhoneItalia

The following two tabs change content below.

Lorenzo Lanzarone

Amministratore
Studente di Informatica per il Management. Amministratore di TechEarthBlog e ViewSoftware. Visita il mio sito web personale: www.lorenzolanzarone.it