Apple Music: arriva il nuovo servizio di streaming musicale, ecco come funziona! [VIDEO]

Dopo tanta attesa e curiosità, poche ore fa Apple ha finalmente lanciato il suo nuovo servizio di musica in streaming: Apple Music. Questo nuovo servizio della mela morsicata è nato con lo scopo di concentrare all’interno dell’applicazione “Musica” di iOS e iTunes sul computer, l’intera esperienza di ascolto della nostra musica preferita. Con il lancio di questo nuovo servizio Apple entra ufficialmente in competizione con colossi come Spotify, Pandora e Google Play Music, ma Apple Music ha davvero una marcia in più? Scopriamolo insieme!

Apple Music: arriva il nuovo servizio di streaming musicale che sfida Spotify

Apple Music è stato presentato dall’azienda di Cupertino lo scorso 8 giugno durante la conferenza di apertura della WWDC 2015 e da subito ha suscitato la curiosità (e le critiche) di molte persone. Ma cosa offre realmente Apple Music? Ha veramente una marcia in più rispetto alla concorrenza? In questo articolo cercherò di rispondere a queste domande.

Innanzitutto Apple Music offre un periodo di tre mesi di prova gratuita, durante il quale l’utente può utilizzare tutte le funzioni del servizio e decidere, al termine dei tre mesi, se smettere di utilizzalo oppure se rinnovare l’abbonamento, disponibile in due soluzioni distinte:

  • Individuale (solo 1 utente): 9.99€ al mese
  • Famiglia (fino a 6 utenti): 14.99€ al mese

Con l’arrivo di Apple Music tramite iOS 8.4 l’applicazione “Musica” ha subito un profondo restyling e ha adottato una nuova interfaccia grafica e una nuova icona. Apple Music al momento è compatibile con i dispositivi iOS, watch OS, Mac, PC e dall’autunno sarà possibile utilizzarla anche sui dispositivi Android.

Apple Music: arriva il nuovo servizio di streaming musicale, ecco come funziona!

Streaming musicale e iTunes Store

Apple Music mette a disposizione dell’utente diversi servizi, innanzitutto permette di ascoltare in streaming senza limiti e pubblicità o salvare sul dispositivo per ascoltare offline gli oltre 30 milioni di brani presenti nell’infinito catalogo dell’iTunes Store. Servizio, quest’ultimo, che continua ovviamente a rimanere attivo per chiunque voglia comprare un singolo brano o un intero album, bisogna notare infatti che pur essendoci la possibilità di scaricare i brani con Apple Music saremo in grado di esportarli solo in formato protetto e una volta scaduto l’abbonamento andranno “persi”.

Libreria musicale di iCloud e iTunes Match

Apple Music mette a disposizione anche la “Libreria musicale di iCloud”, ovvero integra al suo interno anche iTunes Match, un servizio che consente di caricare la propria libreria musicale su iCloud al costo di 24.99€ all’anno. Con questa funzione la nostra libreria verrà caricata automaticamente su iCloud e in automatico se i brani vengono “riconosciuti” dal sistema saranno abbinati alle copie originali presenti sull’iTunes Store, in questo modo potremo ascoltare la nostra musica in streaming da tutti i nostri dispositivi senza che essa sia necessariamente salvata sugli stessi oppure scaricarla per ascoltarla offline. Al momento quindi coesistono sia Apple Music, dal costo di circa 120.00€ all’anno, che iTunes Match che costa 24.99€ all’anno, starà poi all’utente decidere se utilizzare il primo per avere più servizi, o il secondo se gli è sufficiente solo la propria libreria musicale disponibile su iCloud e accessibile da tutti i propri dispositivi. Attualmente chi aveva già un abbonamento annuale ad iTunes Match si trova questo servizio raddoppiato fino al termine della prova gratuita di Apple Music.

Radio e iTunes Radio

Con Apple Music è anche possibile ascoltare in streaming una serie di stazioni radio selezionate in base al genere musicale che preferiamo e anche la neonata radio “Beats 1” in diretta 24 ore su 24 dagli studi di Los Angeles, New York e Londra, curata dai migliori dj del mondo. In sostanza Apple Music integra una versione riveduta e corretta di iTunes Radio, attualmente dismessa, disponibile fino ad oggi solamente negli Stati Uniti e in Australia.

Il social network Connect

Ulteriore funzione che Apple ha integrato all’interno di Apple Music è il social network musicale che prende il nome di “Connect“. Con questo nuovo social è possibile seguire i nostri cantanti preferiti in modo innovativo e interagire con essi tramite i commenti e gli apprezzamenti in una specie di “Twitter musicale“.

La nostra vecchia libreria musicale

Naturalmente con Apple Music è possibile continuare a gestire la nostra vecchia libreria musicale che avevamo in precedenza sul nostro dispositivo, creare playlist, album e accedere a tutte le vecchie funzioni.

Suggerimenti e Playlist

Con Apple Music potremo anche seguire i suggerimenti che ci vengono dati dall’app e ascoltare le canzoni che in base ai nostri interessi potrebbero piacerci oppure la classifica dei brani più venduti e le ultime novità. Inoltre potremo ascoltare le playlist suggerite realizzate non in modo automatico ma da altri utenti e esperti del settore.

Di seguito il video di lancio di Apple Music:

Via

The following two tabs change content below.

Lorenzo Lanzarone

Amministratore
Studente di Informatica per il Management. Amministratore di TechEarthBlog e ViewSoftware. Visita il mio sito web personale: www.lorenzolanzarone.it