Ecco la rivoluzione Apple: scopriamo come funziona l’Assistente Vocale che sarà integrato solo sull’iPhone 4S/5!

9to5Mac ha pubblicato un articolo che offre un quadro più completo di cosa gli utenti dovranno aspettarsi dalla funzione “Assistant”, rivelando che la tecnologia relativa sviluppata dalla Nuance/Siri richiederà un iPhone 4S/5 per funzionare e sarà introdotta con l’evento mediatico atteso per la prossima settimana.

Il rapporto descrive un “assistente vocale” in grado di integrarsi con tutti i servizi di iOS e di offrire una vera e propria assistenza personale, consentendo agli utenti di gestire il calendario, i promemoria, i messaggi e tanto altro semplicemente utilizzando la voce. Ad esempio, l’utente potrà chiedere indicazioni GPS quando si trova in un determinato luogo, potrà dettare un SMS o creare un memo vocale (“acquistare il latte”) da visualizzare poi quando si arriva al mercato.

Il sistema integra anche un aspetto di conversazione, per cui iOS potrà fare delle domande all’utente per chiarire e perfezionare la tipologia di richiesta ricevuta. In pratica, chi comprerà il prossimo iPhone si troverà a poter conversare con il suo dispositivo.

Ad esempio, se io devo inserire un appuntamento con una persona, dirò all’iPhone “creami un nuovo appuntamento con Marco per lunedì“. A quel punto il sistema mi chiederà “a che indirizzo e-mail vuoi che ti notifichi l’appuntamento? Al lavoro o personale?“, io risponderò “Lavoro, grazie” e l’iPhone memorizzerà il tutto. La conversazione “vocale” viene anche ripetuta tramite testo, con una grafica simile a quella dell’applicazione Messaggi e l’utente può richiedere l’invio di questa conversazione sia tramite SMS che via e-mail, in modo da avere un rapido sguardo di quanto è stato organizzato con “l’assistente virtuale”.

Il sistema si integra anche con WolframAlpha, consentendo agli utenti di ottenere risposte a quesiti concreti utilizzando le capacità computazionali del servizio. Ma ci sarà anche l’integrazione con “Find My Friends” e altri servizi di speech-to-text.

Assistant, afferma con sicurezza 9to5mac, richiederà l’hardware del nuovo iPhone, che sarà composto da una CPU A5 dual-core e da 1GB di RAM. Inoltre, tale “Assistente Vocale” è stato provato sui nuovi prototipi che hanno la forma dell’iPhone 4. Questo, dice la fonte, può significare che il prossimo iPhone avrà la stessa forma di quello attuale, oppure che Apple vuole evitare che trapelino immagini del nuovo iPhone 5.

FONTE: iPhoneItalia

The following two tabs change content below.

Lorenzo Lanzarone

Amministratore
Studente di Informatica per il Management. Amministratore di TechEarthBlog e ViewSoftware. Visita il mio sito web personale: www.lorenzolanzarone.it