Google vuole mantenere Android libero e aperto per altri 5 anni

Secondo quanto dichiarato da celebri testate giornalistiche come il Wall Street Journal, Reuters ed Associated Press, Google avrebbe accettato la proposta di mantenere libero ed aperto, e quindi gratuito e disponibile per tutti gli utenti, per almeno altri cinque anni il progetto Android, in modo tale da poter ottenere il benestare del governo Cinese sull’ultima fase dell’acquisizione di Motorola Mobility da parte del colosso di Mountain View (acquisizione finalmente conclusasi).

Purtroppo i dettagli dell’accordo non sono conosciuti e molto chiari. Come anticipato, non ci sono molti dettagli precisi sul perchè di tale richiesta da parte della Cina, ma sicuramente è stato preventivato una futura e probabile scelta di puntare maggiormente, o solamente, su progetti Motorola, escludendo quindi gli altri grandi produttori dal mercato Android.

Questa piccola clausola impedirà, per almeno i prossimi cinque anni, di escludere dai progetti gli altri grandi OEM del mercato, anche se BigG non aveva mai dichiarato di aver acquisito Motorola Mobility per questioni di mercato mobile, ma più per l’ampio portfolio di brevetti a sua disposizione. Tecnicamente, Android non è di esclusiva proprietà di Google, ma essendo stato creato e sviluppato da Open Handset Alliance, di cui la società di Mountain View è membro, nonchè maggior azionista e contributore, per poter escludere altri grandi produttori dal mercato Android dovrebbe lavorare molto per convincere altre aziende. Inoltre, è da sottolineare, che i produttori cinesi hanno interesse in una libertà della piattaforma, poichè personalizzando pesantemente le versioni Android, perderebbero preferenze dagli utenti.

Nonostante l’affare non sia totalmente ancora concluso (questione di poco tempo), Google, tramite un proprio portavoce ha voluto chiarire la propria posizione in merito:

“la nostra posizione da quando abbiamo deciso di acquisire Motorola non è cambiata, e non vediamo l’ora dichiudere l’affare”

Inoltre Motorola ha dichiarato quanto segue:

“siamo lieti che l’accordo ha ricevuto l’approvazione in tutte le giurisdizioni e ci aspettiamo di chiudere all’inizio della prossima settimana.”

Google non sembra aver cambiato idea sul ruolo di Motorola Mobility dopo l’acquisizione, e pur se con maggiore sicurezza, difficilmente ci si poteva aspettare un futuro diverso per Android, lontano dall’open-source.

FONTE: Androidiani

The following two tabs change content below.

Lorenzo Lanzarone

Amministratore
Studente di Informatica per il Management. Amministratore di TechEarthBlog e ViewSoftware. Visita il mio sito web personale: www.lorenzolanzarone.it