Motorola acquisita definitivamente da Google al prezzo di 12,5 miliardi di dollari

Dopo 9 mesi dall’annuncio dell’intenzione di Google di acquisire Motorola, nella giornata di oggi Larry Page ha finalmente confermato l’avvenuta transazione al prezzo di circa 12,5 miliardi di dollari.

Le intenzioni di Google erano state rese note nell’agosto dell’anno passato, infatti l’azienda aveva già mostrato interesse per Motorola Mobility, tuttavia i tempi si sono allungati più del previsto. Qualche giorno fa è arrivata l’approvazione direttamente dalla Cina, ecco allora che la realtà di Mountain View ha avuto il via libera per stringere l’accordo finale. Motorola è quindi ufficialmente acquisita da Google per 12,5 miliardi di dollari (sono state pagati circa 40$ ad azione).

Quali sono i cambiamenti? ebbene la società acquisita è stata rimossa dal mercato e l’impiegato di Google Dennis Woodside è stato nominato come nuovo CEO. Lo stesso Page lo aveva acclamato per il lavoro svolto in tutto il mondo, nello specifico nei mercati del Medio Oriente, Africa, Est Europa e Russia, ma sopratutto per aver aiutato l’azienda ad aumentare il proprio fatturato da 10.8 miliardi a 17.5 miliardi di dollari. Le prime voci parlano di licenziamenti nell’ex Motorola, tuttavia pare che l’intenzione di Google sia di mantenere un basso profilo e sfruttare i suddetti per lavorare in altri progetti dell’azienda stessa. La cosa che più traspare è senza dubbio l’entusiasmo di essere riusciti nell’impresa, principalmente sono convinti che tale mossa possa essere favorevole sopratutto nelle varie dispute legali che stanno vedendo coinvolto il sistema operativo Android. Allo stesso modo, essendo praticamente un’unica realtà, le due aziende potranno creare un fronte unico contro Apple e la partnership tra Nokia e Microsoft (Windows Phone).

FONTE: iPhoneItalia

The following two tabs change content below.

Lorenzo Lanzarone

Amministratore
Studente di Informatica per il Management. Amministratore di TechEarthBlog e ViewSoftware. Visita il mio sito web personale: www.lorenzolanzarone.it