Samsung salda il conto con Microsoft, ma offre anche un accordo ad Apple!

Che differenza che può fare una settimana. La settimana scorsa abbiamo sentito che Samsung sembrava aver appena iniziato a combattere, adesso invece ha firmato un accordo di cross-license, ovvero un accordo di licenza del brevetto, e pagato a Microsoft una tariffa per ogni dispositivo Android venduto; ma, secondo il Wall Street Journal, ha anche offerto un ramo d’ulivo ad Apple.

 

Non è chiaro quale beneficio Apple potrebbe ottenere da qualsiasi accordo, mentre i dettagli dell’accordo proposto non sono stati discussi per esteso davanti al tribunale. Ma l’avvocato di Apple, Stephen Burley, ha ammesso esserci qualche potenziale beneficio da un accordo in materia, dichiarando che “L’inconveniente (di Samsung) sarebbe diminuito e noi saremmo confortati” da tale accordo.

Il guadagno di Microsoft è stato più semplice: il denaro.

Andy Lees, presidente della Windows Phone Division di Microsoft, ha dichiarato:

Microsoft e Samsung vedono l’opportunità della crescita spettacolare del Windows Phone e noi stiamo investendo per far si che tutto questo diventi realtà. Microsoft crede in un modello in cui tutti i nostri partner possono crescere e guadagnare sulla base della nostra piattaforma.

Il Dr. Won-Pyo Hong, vice presidente esecutivo della strategia di prodotto globale presso la mobile communication division di Samsung, ha dichiarato:

Attraverso la cross-licensing dei nostri rispettivi portfolio dei brevetti, Samsung e Microsoft possono continuare a portare le ultime innovazioni nell’industria mobile. Siamo lieti di investire sulla nostra lunga storia di collaborazione per aprire un nuovo capitolo riguardante l’inizio della collaborazione con il lancio del nostro Windows Phone ‘Mango‘, previsto per quest’autunno.

Apple, tuttavia, non vuole soldi derivanti dagli ODM di Android. Non vuole rendere i dispositivi Android più costosi. Vuole invece fermare Samsung dal ‘copiarla‘, in modo da renderla meno disponibile; vuole che la Samsung prenda in considerazione il fatto di dover abbandonare la tecnologia brevettata Apple.

Google ha definito l’affare Microsoft ‘estorsione‘; se Samsung riuscisse ad accordarsi con Apple, allora Google come definirebbe tutto ciò?

Speriamo ‘concluso’. Le troppe violazioni e le innumerevoli cause aperte a difesa dei propri brevetti oramai sono stati portati troppo all’estremo. Il ristabilire un certo rispetto ed equilibrio nell’equazione, potrebbe anche permettere a tutti gli attori coinvolti di smettere di investire in avvocati e di iniziare a reinvestire nell’innovazione che ci ha portato iOS, Gingerbread e Mango.

FONTE: iPadevice

The following two tabs change content below.

Lorenzo Lanzarone

Amministratore
Studente di Informatica per il Management. Amministratore di TechEarthBlog e ViewSoftware. Visita il mio sito web personale: www.lorenzolanzarone.it