Windows 8 è pensato per tenere sotto controllo connessioni e costi

Windows 8 vuole imporsi non solo come il migliore Windows di sempre sui consueti PC, ma anche come il più valido dei sistemi operativi per tablet. In un nuovo video Microsoft mostra come il sistema sia stato progettato per essere estramemente efficiente in mobilità grazie al sistema di gestione delle connessioni e di controllo del traffico dati.

Navigare in mobilità significa soprattutto:

  • Utilizzare il Wi-Fi di hotspot che spesso hanno sofisticati metodi di autenticazione
  • Utilizzare la connessione dati tramite una SIM inserita nel nostro dispositivo
  • Utilizzare la connessione dati tramite un dispositivo USB, come una chiavetta o uno smartphone

FACILE E VELOCE

In tutti questi casi Windows 8 ci viene in aiuto offrendo semplicità e integrazione. Infatti fino a oggi configurare il nostro PC Windows 7 per connettersi ad alcune reti (ad esempio quelle univerisatarie) risulta difficile, mentre con Windows 8 il tutto diverrà semplice e immediato, proprio come accade già su Windows Phone 7.

Altro puntò vincente sarà la velocità nell’instaurare una connessione, davvero impressionante rispetto a quanto visto sino ad oggi su qualsiasi altro dispositivo, in particolare nell’istantaneità della riconnessione al momento della ripresa dallo standby.

Le reti vengono riconosciute al volo, così come eventuali dispositivi USB esterni che offrono connettività, rendendo facile passare da una connessione all’altra con un semplice click.

TUTTO SOTTO CONTROLLO

Gli operatori di telefonia mobile (nel video AT&T) stanno lavorando molto per garantire massima integrazione dei propri servizi in Windows 8, offrendo ad esempio applicazioni Metro dedicate alla consultazione rapida del traffico utilizzato.

Windows 8 comunque offre nativamente un ottimo sistema di controllo che ci mostra, mediante l’App History del Task Manager, l’uso della connessione fatto da ogni applicazione. In questo modo possiamo individuare rapidamente il consumo complessivo di banda, ma anche scovare eventuali applicazioni che ne fanno un uso eccessivo (così da poterle chiudere o disinstallare).
Le applicazioni possono dirci quanta banda stanno consumando, ma anche riconoscere il tipo di rete che si sta utilizzando, informandoci ad esempio nel caso si stia sfruttando una connessione a consumo (non Wi-Fi). Verremo quindi informati, al fine di adattarci, ma anche l’applicazione stessa potrà comportarsi in modo intelligente in base alla situazione.

FONTE: WindowsBlogItalia

The following two tabs change content below.

Lorenzo Lanzarone

Amministratore
Studente di Informatica per il Management. Amministratore di TechEarthBlog e ViewSoftware. Visita il mio sito web personale: www.lorenzolanzarone.it