Windows Phone 7.5 Mango è arrivato!

Windows Phone 7.5, nome in codice Mango, è tra noi. La distribuzione del secondo “major update” per il sistema operativo mobile di casa Microsoft è iniziata in tutto il mondo. Possiamo confermarlo perché nella serata di ieri abbiamo aggiornato un LG Optimus 7 E900 (SIM Vodafone) senza problemi, quindi se a voi non è comparso l’update collegandovi al software Zune niente paura, è questione di ore o pochi giorni.

La prima cosa da notare è che Microsoft, come Apple, ha offerto l’aggiornamento a tutti (o quasi) in contemporanea, cosa che non era successa con il primo update NoDo, per cui c’erano state diverse fasi di distribuzione e alcuni problemi soprattutto con i terminali Samsung. Microsoft ha specificato che solo il 2 percento degli acquirenti non riceverà subito l’aggiornamento.

Si tratta di un’operazione più complicata rispetto a quella della Mela, che deve aggiornare pochi terminali perlopiù progettati in casa. Speriamo che anche Google si allinei a questo modello distributivo, anche se per la casa di Mountain View è più complicato a causa della sovrabbondanza di dispositivi con specifiche differenti (e spesso personalizzati dai produttori). Sognare però non fa male a nessuno.

Windows Phone 7.5 Mango arriva dopo mesi di attesa e sviluppo per far fare il salto di qualità a una piattaforma che divide. A noi aveva lasciato fin da subito buone impressioni, mentre molti lettori ne criticano diversi aspetti, soprattutto l’interfaccia. Se non altro però va riconosciuto a Microsoft il merito di aver fatto qualcosa di diverso.

HTC Radar PR
HTC Radar PR 1HTC Radar PR 2HTC Radar PR 3HTC Radar PR 4HTC Radar PR 5HTC Radar PR 6HTC Radar PR 7HTC Radar PR 8

Mango si fregia di 1500 nuove API che consentiranno agli sviluppatori di realizzare applicazioni più complete e innovative. Microsoft ha parlato di più di 500 tra modifiche e novità. Non possiamo elencarle tutte, ma tra le principali troviamo il multitasking esteso a tutte le applicazioni, l’integrazione con Twitter e LinkedIn, Internet Explorer 9 con supporto HTML5 e accelerazione hardware, l’hub unificato per le conversazioni (Windows Live Messenger, SMS, Facebook, etc), un Bing rinnovato con funzioni Ascolta e Vision (rispettivamente una sorta di Shazam e un lettore di Microsoft Tag e QR Code), la navigazione turn-by-turn e notifiche push. Sui nuovi terminali è supportato l’uso della fotocamera frontale.

Adesso è possibile collegare due o più caselle di posta, entrando in una di quelle che avete e cliccando nel menù in basso su “collega inbox”. In questo modo una tile raggrupperà tutte le vostre caselle di posta, permettendovi di recuperare i messaggi con una semplice sincronia. Purtroppo tra le mancanze dobbiamo citare Skype (ora di proprietà Microsoft). Sappiamo che è in sviluppo un’applicazione dedicata ed è ipotizzabile che in futuro le sue funzioni saranno integrate direttamente nel sistema operativo.

HTC Titan PR
HTC Titan PR 1HTC Titan PR 2HTC Titan PR 3HTC Titan PR 4

Microsoft ha anche rivisto gli hub Office e Xbox. Nel primo ha integrato il supporto a Windows Live SkyDrive e Office 365, consentendo di modificare e sincronizzare documenti in mobilità. Xbox Live ha invece subito un lifting e un ampliamento delle funzioni, dalla gestione dell’avatar sino alle partite in multiplayer.

Segnaliamo inoltre che Mango integra la possibilità di condividere la connessione via Wi-Fi fino a cinque computer, ma funzione richiede il supporto degli operatori, e quindi non tutti potrebbero averla a disposizione gratuitamente. Questa inoltre sarà disponibile solo per i dispositivi con usano un chip Broadcom 4329, disponibile in diversi dispositivi, ma non in tutti (Microsoft non ha specificato quali). Questo chip offre supporto 802.11a/b/g/n, Bluetooth e ha un sintonizzatore FM.

I prodotti dotati di chip 4325 non supportano l’802.11n e non permettono di condividere la rete. Microsoft ha inoltre precisato che anche con il chipset giusto servirà un aggiornamento dei driver – che Mango non integra – che sarà disponibile in futuro. La posizione ufficiale di Microsoft è che solo i nuovi telefoni, quello realizzati specificatamente per Mango (per ora conosciamo HTC Radar, Titan e Samsung Omnia W), supportano il tethering. Concludiamo infine segnalando una notizia correlata: Microsoft ha reso disponibile anche il Marketplace da browser web, potete accedervi qui.

Le novità sono quindi molte, vi consigliamo di prendervi tempo per vederle sul vostro smartphone. Molte cose cambieranno solamente quando gli sviluppatori aggiorneranno le loro applicazioni per supportare le nuove funzioni, e questo darà ulteriore linfa a un sistema operativo che cresce solido, seppur con la necessità di recuperare sulla concorrenza.

Adesso che WP7.5 è tra noi, Nokia non ha più scuse per partorire il suo primo Windows Phone e provare a rilanciarsi – insieme a Microsoft – nel settore delle telefonia. I frutti di questa santa alleanza (e parlando di Mango è proprio il caso di dirlo) li vedremo solo in futuro, ma speriamo in un’ottica di concorrenza che le due aziende trovino il loro spazio in un mercato che sembra sempre più una corsa a due tra Google (e alcune aziende che usano Android) e Apple.

The following two tabs change content below.

Lorenzo Lanzarone

Amministratore
Studente di Informatica per il Management. Amministratore di TechEarthBlog e ViewSoftware. Visita il mio sito web personale: www.lorenzolanzarone.it