Alcune caratteristiche poco note di OS X Lion

Lion è disponibile da numerose settimane e sebbene non tutti i possessori di un Mac siano passati al nuovo sistema operativo il Leone è stato studiato minuziosamente in tutti i suoi particolari e in tutte le sue caratteristiche. Oltre a quanto dichiarato e descritto dalla stessa casa di Cupertino vi sono alcune caratteristiche e features magari non esattamente segrete ma comunque passate un po’ in sordina e quindi probabilmente non conosciute da tutti. Proseguite la lettura per vedere alcune di queste caratteristiche del nostro sistema operativo.

Text-to-Speech
Da anni Apple implementa la funzione del Text-to-Speech nei suoi sistemi operativi, migliorando in modo regolare la qualità della voce man mano sviluppava il sistema operativo. Con Lion dobbiamo segnalare una accelerata dello sviluppo di questa tecnologia. Dalla cartella Utility che si trova in Applicazioni possiamo accedere a Utility VoiceOver; nella riga Default del menu Voci potremo scegliere tra diverse voci (ottimizzate per le varie lingue e tutte scaricabili con un click) ed impostare secondo i nostri gusti questa funzione; ma possiamo anche molto più semplicemente giocare, divertendoci a far parlare il nostro Mac modificandone la voce, la tonalità e l’intonazione. Che aspettate? Provate e poi sappiateci dire.

Creare strumenti personalizzati per affinare la ricerca dei file
Si tratta di una feature disponibile in tutte le applicazioni native, ma è sicuramente utilissima quando cerchiamo qualcosa con il Finder. In sostanza è possibile aggiungere più criteri di ricerca (nell’apposito spazio in alto a destra della finestra del Finder) per poter rendere la ricerca di un file più precisa ed efficace.

Nello screenshot vedete il risultato di un esempio nel quale prima abbiamo digitato la parola “testo” per poter impostare una ricerca ristretta ai file di solo testo

Dopo aver dato Invio, sempre nello stesso spazio, abbiamo scritto la parola “Mac” creando quindi una ricerca indirizzata ai file di solo testo che contenessero la parola “Mac”.
Ovviamente il numero di indicazioni che possiamo creare per una singola ricerca è (teoricamente) infinito, ma se provate a fare qualche tentativo vi accorgerete di come questo sistema sia davvero efficace nel condurvi rapidamente a trovare ciò che state cercando e del quale avete scordato la posizione.

Creare cartelle da una selezione di file
È una sciocchezzuola, ma pur sempre comoda, la possibilità introdotta con Lion di selezionare un certo numero di file o cartelle e quindi, facendo clic col tasto destro del mouse (o tap con due dita su trackpad) optare per la creazione di una cartella nella quale automaticamente verranno posizionati i file che abbiamo selezionato.

È vero che basta creare la cartella e poi, selezionati i file, trascinarveli dentro, ma con questo metodo risparmiamo un passaggio e il tutto ha quel gusto del “ho fatto la cosa nel migliore dei modi”  che fa tanto nerd.

Gestione personalizzata delle impostazioni per la Privacy
Vi si accede dalle solite Preferenze di Sistema (Mela-Preferenze di Sistema) dalle quali possiamo accedere al pannello chiamato Sicurezza e Privacy.
Selezionando poi il pannello Privacy avremo accesso alle impostazioni mediante le quali decidere se mandare ad Apple informazioni anonime sul nostro sistema e stabilire per ogni singola app che richiede la geolocalizzazione se consentirla o meno.

Fate attenzione perchè se volete effettuare delle modifiche è necessario che vi autentichiate cliccando sul lucchetto (freccia rossa in basso a sinistra) ed inserendo quindi la vostra password di sistema. Come si vede: lucchetto aperto, modifiche abilitate.

La migrazione da Windows a mac non è mai stata così facile
Grazie all’Assistente Migrazione che troverete in Applicazioni-Utility e dopo aver installato sul vostro PC la versione per Windows, con pochi semplici clic potrete impostare un migrazione che può avvenire sia tramite WiFi che tramite cavo e con la quale sceglierete quali dati spostare sul vostro nuovo Mac.

Questa funzionalità vi permetterà di scegliere cosa trasferire sul Mac, gli account e le email di Outlook, le foto di Picasa e tutti i documenti di vostro interesse. Probabilmente un po’ lento, specie se i documenti da trasferire sono molti, ma del tutto automatico e davvero utile.

Probabilmente ci sono altre piccole-grandi funzionalità che verranno a galla con l’utilizzo di Lion; e voi, ne avete trovata qualcuna che non è ancora stata segnalata?

FONTE: SlideToMac

The following two tabs change content below.

Lorenzo Lanzarone

Amministratore
Studente di Informatica per il Management. Amministratore di TechEarthBlog e ViewSoftware. Visita il mio sito web personale: www.lorenzolanzarone.it