Anche LG dovrà pagare Microsoft per ogni dispositivo Android e ChromeOS venduto!

Microsoft non si ferma, ed aggiunge alla lunga sfilza di produttori che le riempiono le tasche anche il produttore sud-coreano LG, una delle poche che finora era riuscita a restare fuori da questa cerchia.

LG, come il resto dei produttori, secondo un contratto siglato, dovrà versare nelle tasche di Microsoft una piccola tassa per ogni dispositivo Android o ChromeOS venduto, cioè quasi la totalità dei device del produttore. In questo modo Microsoft si aggiudica una “piccola” parte di denaro per più della metà dei dispositivi con OS di Googlein commercio.

Con quest’ultimo affare il colosso di Redmond si è aggiudicato una buona parte di introiti, da circa il 70% di dispositivi Android attualmente in commercio, i quali violano una serie di brevetti di proprietà Microsoft.

Secondo alcuni dati relativi all’anno scorso, si è scoperto che Microsoft riesce a racimolare una cifra talmente tanto alta dai dispositivi Android, che supera anche quella che la società percepisce grazie al proprioWindows Phone, che sembra non riesca a decollare.

Ecco il comunicato stampa ufficiale:

Microsoft and LG Sign Patent Agreement Covering Android and Chrome OS Based Devices

REDMOND, Wash. – Jan. 12, 2012- Microsoft Corp. and LG Electronics have signed a patent agreement that provides broad coverage under Microsoft’s patent portfolio for LG’s tablets, mobile phones and other consumer devices running the Android or Chrome OS Platform. The contents of the agreement have not been disclosed.

“We are pleased to have built upon our longstanding relationship with LG to reach a mutually beneficial agreement. Together with our 10 previous agreements with Android and Chrome OS device manufacturers, including HTC, Samsung and Acer, this agreement with LG means that more than 70 percent of all Android smartphones sold in the U.S. are now receiving coverage under Microsoft’s patent portfolio,” said Horacio Gutierrez, corporate vice president and deputy general counsel, Intellectual Property Group at Microsoft. “We are proud of the continued success of our program in resolving the IP issues surrounding Android and Chrome OS.”

Microsoft’s Commitment to Licensing Intellectual Property

The agreement with LG expands upon a pre-existing agreement, and it is another example of the important role IP plays in ensuring a healthy and vibrant IT ecosystem. Since Microsoft launched its IP licensing program in December 2003, the company has entered into more than 1,100 licensing agreements and continues to develop programs that make it possible for customers, partners and competitors to access its IP portfolio. The program was developed to open access to Microsoft’s significant R&D investments and its growing, broad patent and IP portfolio.

More information about Microsoft’s licensing programs is available at http://www.microsoft.com/iplicensing/?typ=64.

Se solo pensiamo che il market share Android negli USA è di quasi il 50% del totale mercato, possiamo sicuramente concludere che Microsoft riesca a guadagnare abbastanza grazie a questi accordi da poter abbandonare la propria piattaforma. Purtroppo è fastidioso sapere che una società rivale possa guadagnare grazie agli sforzi di un’altra, però il mercato è questo e la concorrenza lo rende tale, bello o brutto.

Forse Microsoft potrebbe investire questi soldi per migliorare la propria piattaforma mobile.

FONTE: Androidiani

The following two tabs change content below.

Lorenzo Lanzarone

Amministratore
Studente di Informatica per il Management. Amministratore di TechEarthBlog e ViewSoftware. Visita il mio sito web personale: www.lorenzolanzarone.it