Android: Google ha intenzione di cambiare la politica commerciale riguardo il suo OS mobile

Negli ultimi mesi il settore Android di Google sta vivendo un susseguirsi di grandi successi, grandi acquisizioni e quindi grandi cambiamenti. Il via libera delle varie giurisdizioni per l’acquisizione di Motorola Mobility da parte di Google porterà molti cambiamenti all’interno della società, ed anche Android ne subirà le conseguenze.

Non solo la prossima distribuzione, cioè Android 5.0 Jelly Bean, dovrebbe portare cambiamenti, ma ci sarà una vera e propria evoluzione della politica commerciale a Mountain View. Fino ad oggi, tutte gli accordi, le partnership e le politiche attuate da Google per la diffusione dei propri prodotti e servizi hanno prodotto enormi successi, soprattutto per quanto riguarda Android, ad oggi il sistema operativo mobile più diffuso al mondo.

L’arrivo, sempre più probabile in autunno, di Jelly Bean non sarà l’unico a portare cambiamenti, poichè BigG è intenzionato a rivoluzionare le proprie politiche di commercio. Secondo quanto riporta dal Wall Street Journal, Google avrebbe intenzione di cambiare per non svantaggiare i maggiori brand e produttori che vedono un serio pericolo nell’acquisizione di Motorola. Il colosso di Mountain View potrebbe offrire l’accesso anticipato, rispetto al rilascio ufficiale, alle nuove versioni del sistema operativo Android a tutti i grandi produttori, in modo tale da permettere un lavoro preciso, perfezionato e rilasciato in tempi brevi. Il secondo grande cambiamento potrebbe riguardare il Google Play Store, poichè come successo in America per il Galaxy Nexus, Google vorrebbe estendere la vendita dei propri prodotti tramite il Play Store anche in Asia ed Europa, in modo tale da non permettere le personalizzazioni dei vari operatori telefonici, offrendo un device libero.

Infine si fa riferimento ai 5 prodotti Nexus, che potrebbero non essere tutti smartphone. L’ipotesi conclusiva comprende anche i 5 Nexus, dotati di Android 5.0 Jelly Bean, i quali saranno venduti attraverso il Google Play Store a partire dal Q4 2012 e saranno prodotti dai 5 maggiori produttori di smartphone Android, cioè Samsung, HTC, LG, Motorola ed ASUS. La presenza di ASUS ci fa pensare ad un tablet, anche se gli altri produttori potrebbero non produrre uno smartphone, perciò torna in mente il Nexus Tablet. Molti indizi degli ultimi mesi si incastrano perfettamente nella voglia di cambiamento di Google. Sicuramente, se tutto ciò diverrà realtà, per Android potrebbero esserci solamente aspetti positivi, che porterebbero ad una maggiore crescita. Purtroppo sono solo rumors, ma che con il passare dei giorni potrebbero divenire vere notizie. Vi terremo aggiornati.

FONTE: Androidiani

The following two tabs change content below.

Lorenzo Lanzarone

Amministratore
Studente di Informatica per il Management. Amministratore di TechEarthBlog e ViewSoftware. Visita il mio sito web personale: www.lorenzolanzarone.it