OS X e iOS contro Windows 8 e Windows Phone

Tempi di novità per i sistemi operativi, siano essi mobile o fissi. In questi mesi Microsoft è senza dubbio l’azienda più attiva nel settore: con tanta fatica l’azienda di Redmond ha completamente invertito la propria filosofia produttiva, concentrandosi sull’unificazione tra il proprio sistema operativo mobile, Windows Phone, e il nuovo Windows 8. L’unificazione raggiunta dai nuovi sistemi operativi di Microsoft supera probabilmente quella ottenuta da Apple con (Mountain) Lion e iOS.

Probabilmente Windows Phone non sarà ancora un sistema operativo maturo e ricco di funzioni come invece lo sono Android e iOS (che hanno più anni di esperienza sulle spalle) ma il lavoro svolto da Microsoft su questo OS e sul nuovo Windows 8 è davvero lodevole. Per la prima volta, infatti, l’azienda di Redmond ha dimostrato di voler completamente invertire la direzione verso cui si stava dirigendo, vivendo un po’ di rendita, negli ultimi anni. Dopo gli insuccessi parziali di Vista e Seven, in parte dovuti all’ascesa del Mac e di OS X, Microsoft ha scelto di rinnovare completamente il proprio sistema operativo, sia mobile che fisso, e creare con Windows Phone e Windows 8 un’unione quasi perfetta, muovendosi così in modo simile a ciò che sta portando avanti Apple da più di un anno con iOS e OS X.

Per il momento Google non sembra interessata a realizzare un sistema operativo proprietario che possa opporsi a Windows e ad OS X. Certo, ci ha provato con “Chrome OS“, ma i risultati sono stati piuttosto scadenti. Stesso dicasi, a parte invertite, per le suite Linux, che per il momento stentano a decollare su smartphones e tablet.

Windows 8 e Windows Phone presentano un’integrazione quasi completa. Integrazione che è possibile apprezzare già dalla “Metro UI“, l’interfaccia grafica che Microsoft ha scelto di utilizzare nel nuovo sistema operativo per rimpiazzare il classico pulsante “Start” e che permette di accedere a tutte le applicazioni e ai programmi installati sul computer. La medesima interfaccia, come saprete, è presente anche su Windows Phone, e questo incentiva sicuramente l’approccio ad uno di questi due sistemi operativi se già si utilizza uno di essi. Anche tra iOS e OS X ci sono molte somiglianze, specialmente da Lion in poi, ma queste sono sicuramente meno visibili per l’utente medio: le interfacce dei sistemi operativi mobili e fissi di Apple mantengono ancora una linea del tutto diversa e il passaggio tra i due può risultare ancora difficoltoso.

Ma oltre alla grafica, Windows 8 e Windows Phone condividono il Windows Store – negozio per l’acquisto/download di software compatibili – una piattaforma per lo scambio di messaggi (in stile iMessage), il servizio SkyDrive – a metà tra Dropbox e iCloud – e tante altre piccole novità che rendono molto più completa la fusione tra sistema mobile e fisso.

Apple deve temere il binomio Windows Phone e Windows 8? Probabilmente temere no, ma guardare con attenzione, questo si: Microsoft si sta muovendo nella direzione giusta (“finalmente!” esclameranno alcuni) esattamente come l’azienda di Cupertino.

FONTE: SlideToMac

The following two tabs change content below.

Lorenzo Lanzarone

Amministratore
Studente di Informatica per il Management. Amministratore di TechEarthBlog e ViewSoftware. Visita il mio sito web: www.lorenzolanzarone.it