Q2 2013 Apple: 37.4mln di iPhone, 19.5mln di iPad, 4mln di Mac e 5.6mln di iPod venduti!

Ieri (23 Aprile 2013) Apple ha tenuto la consueta conferenza per annunciare i dati di vendita e i guadagni relativi al primo trimestre dall’anno 2013 (Gennaio – Febbraio – Marzo) ovvero il secondo trimestre fiscale 2013 (Q2 2013). Anche questa volta nonostante i presunti cali di vendita i risultati sono stati di un buon livello per l’azienda di Cupertino che è riuscita a vendere ben 37.4 milioni di iPhone (contro i 35.1 milioni venduti 12 mesi fa), 19.5 milioni di iPad (contro gli 11,8 milioni venduti 12 mesi fa), circa 4 milioni di Mac (contro i 4 milioni venduti 12 mesi fa) e 5.6 milioni di iPod (contro i 7.6 milioni venduti 12 mesi fa).

Apple

Ottimi risultati dunque anche per questo trimestre, soprattutto per quanto riguarda iPhone ed iPad, le voci che si rincorrevano nelle scorse ore e che sostenevano un trimestre gravemente negativo per Apple sono dunque assolutamente smentite e il titolo in borsa ha ripreso a salire. Gli iPod sono invece in calo da qualche anno a causa del loro ciclo di vita ormai concluso, questo trimestre ha visto inoltre in sostanziale stallo le vendite di Mac che sono rimaste pressoché identiche rispetto al secondo trimestre fiscale del 2012.

Apple

Tim Cook ha inoltre fatto sapere che nell’ultimo trimestre gli utenti di iCloud hanno raggiunto i 300 milioni con un incremento del 20% rispetto al trimestre precedente e che entro la fine dell’anno saranno aperti 30 nuovi Apple Store nel mondo. Per quanto riguarda i guadagni il Q2 2013 ha fatto registrare entrate per ben 43.66 miliardi di dollari, cifre molto alte.

Sempre il CEO di Apple ha rilasciato ulteriori dichiarazioni sui prodotti che verranno presentati in futuro:

Siamo felici di riportare un trimestre di marzo da record, grazie alle incredibili performance di iPhone e iPad. I nostri team stanno lavorando duramente su nuovi prodotti, software e servizi e siamo veramente entusiasti della nostra linea di prodotti prevista per il 2013.

Inoltre Tim Cook non ha risparmiato qualche frecciatina ai diretti concorrenti Samsung e Google dichiarando quanto segue:

Inizialmente RIM era il giocatore più forte. Oggi naturalmente il nostro competitor principale dal punto di vista dell’hardware è Samsung, sposata a Google sul lato del software. Si tratta ovviamente di competitor molto forti ma pensiamo di avere noi i prodotti migliori. Continuo ad essere molto fiducioso sui prodotti che abbiamo in programma. Abbiamo di gran lunga il miglior ecosistema. Continueremo a implementarlo e renderlo sempre migliore. Mi sento molto fiducioso sulla nostra posizione verso la concorrenza.

Anche per quanto riguarda la dimensione dello schermo dell’iPhone Tim Cook ha voluto dire la sua:

Continuo ad essere convinto che l’iPhone 5 abbia il miglior display in circolazione. Noi cerchiamo sempre di creare i migliori display in assoluto. Alcuni clienti preferiscono gli schermi più grandi. Altri preferiscono altri fattori, come la risoluzione, la qualità del colore, il bilanciamento dei bianchi, il riflesso, il consumo di energia, la compatibilità con le applicazioni e la portabilità del dispositivo. I nostri competitors hanno rinunciato a molte di queste qualità solo per introdurre dei display sempre più grandi. Il display dell’iPhone non sarà ingrandito fino a quando non lo si potrà fare senza rinunce per la qualità dello schermo.

Apple Store

Di seguito il comunicato ufficiale rilasciato da Apple:

CUPERTINO, California – Apple ha annunciato oggi i risultati finanziari del secondo trimestre fiscale 2013 chiuso al 30 marzo 2013. L’azienda ha realizzato un fatturato trimestrale di 43,6 miliardi dollari e un utile netto trimestrale di 9,5 miliardi dollari, o 10,09 dollari per azione diluita. Questi risultati si raffrontano con un fatturato di 39,2 miliardi dollari e un utile netto di 11,6 miliardi dollari, o 12,30 dollari per azione diluita, nello stesso trimestre dell’anno scorso. Il margine lordo è stato 37,5 per cento rispetto al 47,4 per cento nel trimestre di un anno fa. Le vendite internazionali hanno rappresentato il 66 per cento del fatturato trimestrale.

“La nostra generazione di cassa rimane molto forte, con 12,5 miliardi dollari in cash flow operativo nel corso del trimestre e un finale saldo di cassa di $ 145 miliardi di euro”

La società ha venduto 37,4 milioni di iPhone nel trimestre, rispetto a 35,1 milioni nel trimestre di un anno fa. Apple ha inoltre venduto 19,5 milioni di iPad durante il trimestre, rispetto a 11,8 milioni nel trimestre di un anno fa. L’azienda ha venduto poco meno di 4 milioni di Mac, rispetto a 4 milioni di Mac venduti nel trimestre di un anno fa.

“Siamo lieti di segnalare discografiche Marzo trimestre ricavi grazie alla continua forte performance di iPhone e iPad,” ha dichiarato Tim Cook, CEO di Apple. “I nostri team sono al lavoro su alcuni incredibili nuovi hardware, software e servizi, e siamo molto entusiasti dei prodotti della nostra pipeline.”

“La nostra generazione di cassa rimane molto forte, con 12,5 miliardi dollari in cash flow operativo nel corso del trimestre e un finale saldo di cassa di $ 145 miliardi di dollari,” ha affermato Peter Oppenheimer, CFO di Apple.

Apple mette a disposizione le seguenti linee guida per il suo terzo trimestre fiscale 2013:

• ricavi tra 33,5 miliardi dollari e 35,5 miliardi dollari

• il margine lordo tra il 36 per cento e il 37 per cento

• Spese di gestione tra 3,85 miliardi dollari e 3,95 miliardi dollari

• gli altri proventi / (oneri) di $ 300 milioni

• aliquota fiscale del 26%

Apple fornirà lo streaming live della Q2 2013 finanziaria Conference Call Risultati che iniziano alle 2:00 pm PDT il 23 aprile 2013 alle www.apple.com/quicktime/qtv/earningsq213. Questo webcast sarà disponibile per la riproduzione per circa due settimane successive.

Questo comunicato stampa contiene dichiarazioni previsionali incluse senza limitazioni quelle sul fatturato della società previsto, il margine lordo, le spese di funzionamento, altri proventi / (oneri) e aliquota fiscale. Queste dichiarazioni implicano rischi e incertezze, ei risultati effettivi potrebbero differire. Rischi e incertezze includono, senza limitazione l’effetto dei fattori competitivi ed economici, e la reazione della Società di tali elementi, il consumer e business decisioni d’acquisto rispetto ai prodotti della Società; la continua pressione competitiva nel mercato; la capacità della Società di fornire ai il mercato e stimolare la domanda dei clienti per i nuovi programmi, prodotti e innovazioni tecnologiche in modo tempestivo, l’effetto che introduzioni di prodotto e transizioni, cambiamenti di prodotto o di prezzo mix, e / o aumenti dei costi delle componenti potrebbe avere sul margine lordo dell’Azienda; rischi di magazzino associati alla necessità dell’azienda di ordinare o di impegnarsi a ordinare componenti dei prodotti in anticipo rispetto agli ordini dei clienti, la disponibilità costante in termini accettabili, o del tutto, di determinati componenti e servizi, essenziali al business dell’azienda, attualmente ottenuti dalla Società da sola o fonti limitate, l’effetto che la dipendenza della Società su servizi di produzione e di logistica forniti da terze parti potrebbe avere sulla qualità, sulla quantità o sui costi dei prodotti realizzati e dei servizi; rischi connessi con le operazioni internazionali della Società; dipendenza da terze parti della Società proprietà intellettuale e di contenuti digitali; l’impatto potenziale di una scoperta che l’Azienda abbia infranto i diritti di proprietà intellettuale di terzi; dipendenza sulle prestazioni dei distributori, trasportatori e altri rivenditori dei prodotti della Società della Società; l’effetto di quel prodotto e la qualità del servizio problemi potrebbero avere sulle vendite e sugli utili operativi, la continuità del servizio e la disponibilità di dirigenti e dipendenti chiave, la guerra, il terrorismo, questioni di salute pubblica, calamità naturali, e altre circostanze che potrebbero interrompere la fornitura, la consegna o la domanda di prodotti e sfavorevole risultati di altri procedimenti legali. Maggiori informazioni sui potenziali fattori che potrebbero influenzare i risultati finanziari della società sono contenute periodicamente in “Fattori di rischio” e “Discussione e analisi della situazione finanziaria e risultati delle operazioni” sezioni di documenti pubblici dell’azienda depositati presso la SEC, inclusi Modulo della Società 10-K per l’anno fiscale conclusosi il 29 Settembre, 2012, il modulo 10-Q per il trimestre chiuso al 29 dicembre 2012, e il modulo 10-Q per il trimestre conclusosi il 30 marzo, 2013 da depositare presso la SEC . La Società non assume alcun obbligo di aggiornare le dichiarazioni previsionali o di informazioni, che si intendono riferite alla data.

Apple progetta i Mac, i migliori personal computer al mondo, insieme a OS X, iLife, iWork ei software professionali. Apple sta guidando la rivoluzione della musica digitale con i propri iPod e il negozio online iTunes. Apple ha reinventato la telefonia mobile con il suo rivoluzionario iPhone e App Store, e sta definendo il futuro dei mobile media e dispositivi informatici con iPad.

NOTE PER GLI EDITORI: Per maggiori informazioni visitare il sito web di Apple PR (www.apple.com / pr) o chiama Apple Media Helpline (408) 974-2042.

© 2013 Apple Inc. Tutti i diritti riservati. Apple, il logo Apple, Mac, Mac OS e Macintosh sono marchi di Apple. Altri nomi di società e di prodotti possono essere marchi dei rispettivi proprietari.

The following two tabs change content below.

Lorenzo Lanzarone

Amministratore
Studente di Informatica per il Management. Amministratore di TechEarthBlog e ViewSoftware. Visita il mio sito web personale: www.lorenzolanzarone.it