Distribuzione di Android ad Aprile: Gingerbread ed Ice Cream Sandwich iniziano a crescere

Google ha rilasciato, anche per questo mese, i dati ufficiali della distribuzione del proprio sistema operativo Android. Sul sito di Android Developers è possibile consultare i grafici ufficiali, i quali non riportano sostanziali novità e sorprese, soprattutto per quanto riguarda Ice Cream Sandwich. Infatti, rispetto al periodo precedente, ICS, accompagnato da Gingerbread, ha registrato una leggera crescita, dovuto principalmente alla prima ondata di aggiornamenti ufficiali.

Ecco il grafico ufficiale:

  • Android 4.0 – 4.0.3 Ice Cream Sandwich è cresciuto dal 2,9% del mese precedente all’attuale 4,9%, registrando una continua, ma lenta, crescita dal mese del suo debutto ufficiale. Purtroppo la crescita prosegue a rilento, anche se ottimi smartphone, come Galaxy S II, HTC One, e molti altri device hanno ricevuto ufficialmente ICS.
  • Android 3.x Honeycomb rimane stabile con il 3,3% di market share, anche a causa della poca vendita di tablet con questa versione di OS, incentrata maggiormente su device dotati di ICS.
  • Android 2.x Gingerbread regna indiscusso; dal precedente periodo (63,7%) ha aumentato il proprio share raggiungendo il 64,4%. Sicuramente questa non è una sorpresa.
  • Infine, e forse anche purtroppo, ancora oggi troviamo device dotati di versioni Android ormai troppo passate, come Froyo 2.2, Eclair 2.1, Donut 1.6 e Cupcake 1.5, i quali, rispettivamente ottengono il 20.9%, 5.5%, 0.7% e 0.3% di market share.

Tra quest’ultimi device, i quali non fanno altro che far crescere il problema della frammentazione in Android, troviamo ottimi nomi, che, stranamente, non hanno ricevuto l’update ufficiale ad Android 2.3 Gingerbread. L’ondata di aggiornamenti ad ICS proseguierà nel corso dei prossimi mesi; vedremo se la situazione migliorerà leggermente.

Fonte: Androidiani

The following two tabs change content below.

Lorenzo Lanzarone

Amministratore
Studente di Informatica per il Management. Amministratore di TechEarthBlog e ViewSoftware. Visita il mio sito web personale: www.lorenzolanzarone.it