HTC, RIM, Sony e Motorola danno ragione ad Apple: meglio concentrarsi su pochi dispositivi all’anno

Quattro tra i maggiori produttori di smartphone hanno fatto sapere di voler ridurre il numero di nuovi smartphone presentati ogni anno, nel tentativo di emulare la strategia di Apple che tanto successo sta avendo dal 2007.

Prima del 2007, pensare che un produttore di smartphone potesse presentare un solo dispositivo all’anno sembrava pura follia, poi è arrivato l’iPhone e con esso il tabellino di marcia della Apple: un dispositivo all’anno, con le novità essenziali e perfettamente funzionanti, cercando di mantenere quanto possibile inalterato il prezzo.

Una strategia che, dati alla mano, si è rivelata vincente, tanto che ora i quattro grandi produttori HTC, RIM, Sony e Motorola hanno ammesso di voler seguire una strada simile, limitando il numero di nuovi dispositivi presentati ogni anno.

I quattro produttori avrebbero intenzione di concentrare risorse ingegneristiche e di marketing su un numero sempre più limitato di dispositivi, evitando di dover diluire gli investimenti su troppe opzioni. Un produttore che sta già seguendo una strategia simile ad Apple è Samsung, ed infatti i risultati le stanno dando ragione.

Secondo molti analisti, ad incentivare ancora di più la scelta dei quattro produttori vi sarebbero i dati di vendita dell’iPhone 4S: la concorrenza lo ha inizialmente snobbato, considerandolo una copia del precedente modello, ma ad oggi non solo ha venduto milioni di unità, ma ha anche incrementato la quota di mercato Apple nel campo smartphone ai danni di Android.

Certo, se tutti seguissero alla lettera la strategia di Apple non avremmo più degli smartphone economici, per cui la speranza è che le varie aziende limitino sì il numero di dispositivi, ma offrano anche una varietà di scelta, soprattutto per quanto riguarda il prezzo.

FONTE: iPhoneItalia

The following two tabs change content below.

Lorenzo Lanzarone

Amministratore
Studente di Informatica per il Management. Amministratore di TechEarthBlog e ViewSoftware. Visita il mio sito web personale: www.lorenzolanzarone.it