Psystar: Apple non può avvalersi della segretezza

Piccola battuta di arresto per la casa di Cupertino: alcuni specifiche non possono mantenere il segreto commerciale.

Ricordate il caso Psystar? Si trattava dell’azienda che vendeva computer compatibili con installato Mac OS X.

La sentenza fu che la Psystar non poteve vendere cloni di Mac e che Apple, nelle condizioni inserite nella licenza d’uso, aveva tutto il diritto di vietare l’utilizzo del sistema operativo da hardware diverso da quello prodotto dalla società stessa.

Ma il giudice Alsup ha anche affermato che alcune informazioni riguardo ai Mac, come ad esempio il controlli effettuati durante il boot o la gestione del calore, non rientrano nel segreto.
Secondo il giudice, infatti, non è possibile riconoscere il diritto di segretezza su informazioni che comunque sono già in circolazione, come ad esempio la pubblicazione di libri.
Secondo Alsup, infatti, la Apple richiede che i dati siano segreti per evitare di confermare pubblicamente informazioni già di dominio pubblico, al fine di evitare il ripetersi di cloni di Mac.

C’è da dire, ovviamente, che anche se tali dati non sono segreti i giudici si sono già espressi sul tema dei cloni, dando ragione ad Apple stessa.

FONTE: SlideToMac

The following two tabs change content below.

Lorenzo Lanzarone

Amministratore
Studente di Informatica per il Management. Amministratore di TechEarthBlog e ViewSoftware. Visita il mio sito web personale: www.lorenzolanzarone.it